• Odontoiatria
  • Riabilitazione
  • Terapia del dolore
  • Chirurgia
  • Clinica
  • Trattamenti estetici
  • Radiologia
  • Esami strumentali e diagnostica

Test prenatali – NIPT

on la sigla NIPT (Non Invasive Prenatal Test) si indica la nuova generazione di test prenatali non invasivi. Questi test si eseguono su sangue materno e valutano il rischio delle più comuni trisomie e di altre alterazioni cromosomiche fetali attraverso lo studio del cell-free DNA.

Il Poliambulatorio San Fermo si avvale del laboratorio Synlab,

Patch test

Il Patch Test viene utilizzato nella diagnosi delle dermatiti allergiche da contatto e talora può essere d’aiuto nella diagnostica delle allergie a farmaci e della dermatite atopica.

Il patch test viene generalmente eseguito per una serie preordinata di 40 sostanze (apteni), quelle più comunemente responsabili di dermatiti allergiche da contatto (serie SIDAPA,

Skin prick test

Il prick test è il test diagnostico maggiormente utilizzato nella pratica allergologica. Le ragioni di questo largo impiego si possono facilmente identificare nella elevata efficienza o accuratezza, semplicità di esecuzione e di interpretazione, scarsa invasività e ridottissimo rischio di effetti collaterali della metodica.

Lo Skin Prick Test consiste nell’applicare una goccia di estratto allergenico sulla cute dell’avambraccio facendola penetrare negli strati superficiali della pelle tramite la punta di una minuscola lancetta sterile.

Holter cardiaco

L’holter cardiaco (o elettrocardiogramma dinamico completo secondo Holter)  é un esame che permette di registrare e  memorizzare tutti i battiti del cuore per 24 ore. E’ un esame non invasivo e indolore.

Vengono applicati sul torace alcuni elettrodi collegati ad un un piccolo registratore, che il paziente indosserà per il periodo prefissato dal medico, 

Tricoscopia digitale

La tricoscopia digitale è una delle migliori metodiche diagnostiche non invasive in campo tricologico, efficace nella diangosi di tutte le patologie dermatologiche a carico del cuoio capelluto e nel controllo terapeutico delle stesse.

E’ chiaro che questa metodica non può essere slegata dalla valutazione clinica dermatologica: pertanto è solo e soltanto il dermatologo a poter effettuarla e poter coniugarla al dato obbiettivo clinico.

Pap test

Il Pap test è un test di screening che si effettua nel corso di una normale visita ginecologica. L’esame prevede il prelievo di cellule rispettivamente dal collo dell’utero e dal canale cervicale. In laboratorio questo campione viene esaminato con colorazione Papanicolaou e lettura a microscopio per individuare precocemente cellule cancerose o precancerose.

DUOPAP/FULLPAP

DuoPap è un esame semplice,

Elettrocardiogramma

L’elettrocardiogramma è un esame attraverso cui è possibile registrare e rappresentare graficamente l’attività elettrica del cuore, che corrisponde alle contrazioni e rilasciamenti con cui il muscolo cardiaco svolge la sua attività di pompaggio del sangue.

L’elettrocardiogramma standard consente di misurare il ritmo del cuore, alla ricerca di eventuali aritmie, e l’eventuale aumento della dimensione delle camere cardiache.

Determinazione HPV

Il Papillomavirus umano (HPV) è una delle infezioni sessualmente trasmesse più frequenti e ampiamente identificato come causa necessaria (ma non sufficiente) di carcinoma invasivo della cervice uterina. Ogni anno in tutto il mondo viene diagnosticato un tumore della cervice uterina a circa 500.000 donne: si tratta del secondo tumore in ordine di diffusione e la terza causa di mortalità correlata a cancro nelle donne.

Colposcopia

La colposcopia è un esame che consiste nel guardare il collo dell’utero con uno strumento ottico, chiamato colposcopio, che ne permette un ingrandimento da 6 a 40 volte.

Quando è necessario, la colposcopia può essere corredata da prelievi citologici (Pap test, HPV test), o da prelievi bioptici mirati, cioè eseguiti sotto guida colposcopica (biopsia del collo dell’utero,

Biopsie cutanee

La biopsia cutanea rappresenta una metodica chirurgica diagnostica di fondamentale importanza per il dermatologo. Essa consiste nel prelievo, in anestesia locale, di una lesione cutanea per intero (Biopsia escissionale) o di una sua parte (Biopsia incisionale).

L’esame permette di ottenere un campione di tessuto da sottoporre ad esame istologico ed arrivare a una diagnosi istopatologica.

12