• Odontoiatria
  • Riabilitazione
  • Terapia del dolore
  • Chirurgia
  • Clinica
  • Trattamenti estetici
  • Radiologia
  • Esami strumentali e diagnostica

Dermatologia, i consigli per curare la pelle del tuo bambino

Il tuo bambino ha prurito? Ha delle chiazze rosse? Ha la pelle “ruvida”?
Queste possono essere manifestazioni di dermatite atopica. E’ la malattia cutanea più frequente nel bambino e può essere un segno di predisposizione alle allergie. E’ una malattia non contagiosa, genetica, che dipende da un’alterata barriera cutanea a causa della carenza di un grasso, detto ceramide. Questo fa si che la pelle sia molto più vulnerabile e reattiva. E’ una malattia cronica, con periodi di peggioramento, nella gran parte dei bambini, lieve e in alcuni casi severo, alternati a periodi di benessere. Per i momenti di peggioramento è necessario imparare ad utilizzare delle creme farmacologiche adatte per i bambini.

Il tuo bambino ha dei “brufoletti” che non vanno via?
Può trattarsi di impetigine, che è molto contagiosa e necessita una terapia antibiotica o possono essere delle verruche o dei molluschi contagiosi, che possono essere trasmessi ad altri bambini e adulti e quindi è bene trattarli al più presto.

Il tuo bambino ha dei nei e non sai quando è il caso di farli controllare?
In età pediatrica è normale che i nei aumentino di numero nel corso degli anni e che crescano progressivamente con la crescita del bambino. Se il tuo bambino ha un neo congenito, cioè presente alla nascita o comparso poco dopo o ha un neo che cresce velocemente o ha colore disomogeneo, forma irregolare o un familiare ha avuto il melanoma, è meglio fare un controllo dal dermatologo.
Sebbene il melanoma sia raro in età infantile, non va comunque sottovalutato, considerando anche il fatto che nei bimbi può avere caratteristiche comuni a lesioni benigne ed è quindi difficile riconoscerlo. La dermatoscopia a epiluminescenza è una tecnica non invasiva, indolore che aiuta il dermatologo a capire la natura del neo.
Fondamentale nei bambini è la prevenzione. Le scottature solari che accadono in età pediatrica sono state indicate tra i maggiori fattori di rischio per l’insorgenza del melanoma, il tumore maligno dei nei, nell’adulto. L’esposizione al sole dei bambini deve essere graduale e utilizzando, in base alla fascia di età e al fototipo cutaneo, il tipo di protezione più adeguato.

 

Dott.ssa Barbara Pigozzi
Specializzata in Dermatologia e Venereologia Perfezionamento in Dermatologia Infantile e diagnosi precoce del melanoma con utilizzo di Videodermatoscopio digitale.

Print Friendly, PDF & Email