Skin prick test

Il prick test è il test diagnostico maggiormente utilizzato nella pratica allergologica. Le ragioni di questo largo impiego si possono facilmente identificare nella elevata efficienza o accuratezza, semplicità di esecuzione e di interpretazione, scarsa invasività e ridottissimo rischio di effetti collaterali della metodica.

Lo Skin Prick Test consiste nell’applicare una goccia di estratto allergenico sulla cute dell’avambraccio facendola penetrare negli strati superficiali della pelle tramite la punta di una minuscola lancetta sterile.
Le reazioni si manifestano entro 15-20 minuti dall’esecuzione del test e sono caratterizzate dalla comparsa di un ponfo (simile ad una puntura di zanzara).

Lo skin prick test può essere effettuato in qualsiasi periodo dell’anno ed a qualsiasi età, uniche controindicazioni sono la presenza di lesioni cutanee nella zona del test e la terapia antistaminica in atto.


Specialisti
foto immagine

Dott.ssa Elisa Olivieri

Laureata in Medicina e Chirurgia a Verona nel 2008.
Specializzazione in Allergologia ed Immunologia Clinica a Parma nel 2014.
Iscritta all’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Verona (n° 7965)
In servizio presso Unità Semplice Dipartimentale di Allergologia dell’ Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona – Centro regionale di riferimento per la prevenzione, la diagnosi e la terapia delle malattie allergiche (DGR n. 3005 del 01/10/2004).