Corso di primo soccorso

Dal 3 febbraio 2005 è in vigore il “Regolamento sul pronto soccorso aziendale” (DM 388/03) in attuazione art.15 D.Lgs n. 626/1994, che obbliga le imprese e gli Enti a:

– designare gli addetti al pronto soccorso
– formare gli addetti incaricati
– attivare i servizi di pronto soccorso

Presso la sede dell’impresa/Ente e presso eventuali altre sedi distaccate deve essere presente un adeguato numero di incaricati della gestione delle emergenze. A riguardo le “Linee Guida nazionali per l’applicazione del D.lgs n. 626/94” ritengono indispensabile garantire la presenza minima di almeno due soccorritori per ogni sede.

In caso di mancato adeguamento, la legge prevede sanzioni amministrative (da € 516,00 a € 4.131,00) e sanzioni penali che arrivano alla reclusione fino a sei mesi.

In particolare i partecipanti sono formati allo scopo di:

– acquisire conoscenze necessarie per saper allertare il sistema di soccorso;
– riconoscere un’emergenza sanitaria;
– attuare gli interventi di primo soccorso;
– conoscere i rischi specifici dell’attività svolta;
– acquisire capacità di intervento pratico.

DOMANDE FREQUENTI

Quali aziende sono obbligate a formare gli addetti al pronto soccorso?

L’obbligo della formazione dei lavoratori in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro si applica a tutte le aziende che abbiano anche un solo lavoratore dipendente o assimilabile, quindi anche ai soci prestatori di lavoro in società, associazioni e cooperative, agli apprendisti, agli assunti con contratto di formazione e lavoro, agli studenti che frequentano laboratori, a chi effettua stage presso un’Azienda..

Come vengono classificate le aziende?

– GRUPPO A: aziende che svolgono attività pericolose (centrali termoelettriche, impianti e laboratori nucleari, aziende estrattive e minerarie, lavorazione con esplosivi, etc.); aziende che occupano più di cinque addetti appartenenti ad un gruppo tariffario INAIL con indice infortunistico di inabilità permanente superiore a 4 (esempio: lavorazione del legno, del vetro, costruzioni edili, metalmeccanici, etc).
– GRUPPO B: aziende con tre o più addetti che non rientrano nel gruppo A.
– GRUPPO C: aziende con meno di tre addetti che non rientrano nel gruppo A.

Quanti addetti servono per ogni azienda?

Le “Linee Guida Nazionali per l’applicazione del D.lgs n. 626/94” consigliano un addetto per turno (anche durante la notte) ogni 30 dipendenti (in aziende non a rischio di incidente rilevante) ed al tempo stesso ritengono indispensabile garantire la presenza minima di almeno due soccorritori per coprire l’eventualità che l’infortunato sia uno dei soccorritori stessi.
L’esperienza insegna che per garantire tali requisiti e mantenerli nel tempo è opportuno formare circa il 10 per cento dell’organico con un minimo di due addetti.

Il datore di lavoro può svolgere direttamente i compiti propri di addetto al primo soccorso aziendale.

Per quanto tempo è valido l’attestato conseguito?

I corsi vanno ripetuti ogni 3 anni almeno per quanto attiene alle capacità di intervento pratico.

Che durata hanno i corsi?

Per le aziende appartenenti al gruppo A i tempi minimi previsti sono di 16 ore, per tutte le altre aziende i tempi minimi sono ridotti a 12 ore.

MODALITÀ DEI CORSI

SEDE: Poliambulatorio San Fermo, via San Fermo 17/19 – Este (PD) oppure, previo accordo, presso la sede dell’azienda.

ORARI: concordabili con l’azienda.

DURATA:

– aziende di gruppo A: 16 ore
– aziende di gruppo B e C: 12 ore
– rinnovo triennale : almeno 4 ore

MODALITA’: lezione frontale ed esercitazione pratica su manichino

DOCENTE: Dott.ssa Corrà Federica, Medico Chirurgo

Per maggiori informazioni e per conoscere i costi contattare la segreteria